05 Aprile 2023 | News

Successo Cia al Vinitaly: migliaia di visitatori e punto con le istituzioni

#fiere #agricoltori #agricoltura #istituzioni #vino #viticoltura
Condividi

Ai due stand tante degustazioni e incontri B2B. Il presidente Fini tra conferenze e dibattiti sulle priorità per il settore

Quattro giorni di Vinitaly con 33 aziende in mostra, 50 degustazioni e wine tasting, 5 grandi incoming per buyer esteri da Asia, America ed Europa e oltre 8 mila visitatori al giorno tra i due stand dell’organizzazione. Questi i numeri di Cia-Agricoltori Italiani, diffusi nell’ultimo giorno della 55° edizione del Salone a Veronafiere.

“Un successo di presenze e di partecipazione che premia la qualità e la varietà del vino Made in Italy portato in fiera dalle aziende associate -commenta il presidente nazionale di Cia, Cristiano Fini-. Vinitaly torna a essere la vetrina per eccellenza dell’immenso patrimonio vitivinicolo nazionale con gli agricoltori protagonisti. Nei due spazi espositivi, dedicati a vino, ma anche a olio extravergine d’oliva, specialità locali e birre artigianali dentro Sol&Agrifood, riflettori puntati sul valore delle produzioni, confermando vincente la formula Cia di mettere al centro le imprese e il loro lavoro”.

Ma il Vinitaly 2023 è stato anche il momento cruciale con le istituzioni per portare a galla punti chiave ed emergenze che investono il settore. Dai dati eccezionali su volumi ed export alle forti minacce che arrivano da crisi, cambiamenti climatici e criminalizzazioni, sono stati tanti gli incontri, i dibattiti e le conferenze con il governo, le organizzazioni agricole e tutta la filiera.

"Tutti appuntamenti in cui abbiamo ribadito che è urgente fare squadra, in Italia e in Europa, per arginare gli attacchi al vino, in primis sull’etichettatura -sottolinea il presidente di Cia- e difendere uno dei pilastri più strategici del Paese, non solo da un punto di vista economico, ma anche ambientale, sociale e culturale, perché ha a che fare proprio con l’identità più autentica e distintiva dell’Italia. Allo stesso tempo -conclude Fini- chiudiamo questa edizione di Vinitaly con la consapevolezza che è ormai tempo di riservare anche all’olio la stessa attenzione, lavorando per mettere in piedi, finalmente, una fiera nazionale dedicata”.

 

 


Seguici su