23 Giugno 2023 | News

Nasce “Qui i Diritti”, portale d’informazione a misura del cittadino di Inac-Cia

#servizi #assistenza #diritti
Condividi

Uno spazio online ideato dal Patronato dove trovare notizie su welfare, pensioni, assistenza e infortunistica

Nasce “Qui i Diritti”, il portale d’informazione del patronato Inac-Cia, un contenitore online a misura del cittadino dove trovare notizie in materia di norme sulla tutela delle persone, dal welfare alle pensioni, dall’assistenza all’infortunistica.

Qui il link per scoprirlo: https://quiidiritti.it/

“Il Patronato è un ente di pubblica utilità -spiega il presidente di Inac-Cia, Alessandro Mastrocinque, raccontando la genesi del portale-. Le sue attività peculiari rivolte a favore di tutti i cittadini sono molteplici: oltre a offrire la propria assistenza e consulenza in materia di welfare, pensioni, previdenza e infortunistica ha, nella propria mission, quella di informare i cittadini circa i diritti disponibili nel quadro normativo vigente. In tale ambito, abbiamo pensato di creare uno spazio fruibile dal web, gratuito per tutti, dove inserire tempestivamente tutte le novità e le evoluzioni legislative che attengono alla sfera dei diritti. Accanto a questo, intendiamo divulgare anche quelle che sono le nostre attività, le nostre proposte alle istituzioni e alla politica per favorire un processo migliorativo nelle condizioni di vita di tutte le persone. Ecco perché, abbiamo deciso di chiamare questo spazio di informazione “Qui i Diritti”, per dare un'indicazione diretta e inequivocabile alle persone: in queste pagine, in continuo aggiornamento, troverete quei contenuti che spesso sono poco conosciuti e poco spiegati, in materia di normative e leggi che costituiscono il welfare italiano”.

In particolare, continua Mastrocinque, “il nostro impegno più importante sarà quello di utilizzare, per quanto possibile, un linguaggio semplice e comprensibile a più persone, declinando i contenuti delle nuove leggi e delle loro trasformazioni che, per forza di cose, contengono termini tecnici di difficile fruibilità a un pubblico non specializzato. Per questo, “Qui i Diritti” non vuole in alcun modo competere o sostituirsi alle iniziative editoriali specializzate, che con grande professionalità, investimenti e competenze svolgono la loro attività, ma vuole essere un strumento ‘facilitatore’ per la comprensione dei nuovi diritti dei cittadini. In nessun modo, iniziamo questa avventura editoriale con presunzione e superficialità, ma con umiltà, passione e l’ambizione di servire, in qualche modo, alle persone. Sappiamo di poter contare sulla collaborazione volontaria di tutti i colleghi che lavorano nel nostro Patronato Inac-Cia e in “Qui i Diritti” troveranno sempre spazio le loro testimonianze e i loro contributi su specifiche questioni normative e operative”.

Per il presidente di Inac-Cia, “anche se un solo cittadino in difficoltà, leggendo “Qui i Diritti” verrà a conoscenza di una misura di cui potrà beneficiare, e grazie a quella migliorare la propria qualità di vita, per noi sarà un grande successo!”.


Seguici su