01 Giugno 2023 | dal Territorio

Donne in Campo-Cia Marche: Giulia Raffaeli è la nuova presidente

#nomine #cia #donne
Condividi

Giovane imprenditrice agricola di Matelica, titolare di un'azienda di circa 150 ettari

L’Assemblea di Donne in Campo Marche si è riunita il 31 Maggio 2023 presso la sede regionale della Cia-Agricoltori Italiani Marche per eleggere il nuovo Comitato Esecutivo Regionale. Successivamente la stessa ha nominato all’unanimità la nuova presidente, Giulia Raffaeli, che succede alla presidente uscente Mirella Gattari.

Giulia Raffaeli è una giovane imprenditrice agricola di Matelica, che conduce un’azienda agricola di circa 150 ettari con allevamento di ovini.

Il rinnovato gruppo dirigente, in continuità con il passato, punterà a promuovere il ruolo delle donne in agricoltura confermando ciò che molti studi dimostrano: l'apporto femminile, in ambito economico e sociale, ha un impatto significativo sullo sviluppo e la crescita di un Paese.

La presidente nel suo intervento introduttivo ha ribadito il ruolo dell’Associazione che nel nostro territorio ha contribuito alla nascita di agriturismi, ristorazione, vendita diretta, agricoltura sociale, fattorie didattiche e molto altro; dando avvio a quella che successivamente ha preso il nome di multifunzionalità e che oggi rappresenta una voce fissa nel bilancio agricolo.

Donne in Campo aprendo le aziende agricole e le fattorie ai cittadini, ha generato nel consumatore una nuova consapevolezza sul valore del cibo, sul suo rapporto con la salute, con la cultura, con la natura e quindi con la qualità della vita, rompendo nello stesso tempo il tradizionale isolamento dell’agricoltura.

“Oltre la multifunzionalità". L’agricoltore ha risposto ai nuovi bisogni della società fornendo cibo di qualità, energia, materiali per abitazione, materiali per bioplastiche, piante aromatiche per l’industria farmaceutica ed erboristica, materiali per tessuti e tinture naturali, conservazione e ripristino della biodiversità, coltivazione e cura delle foreste, agricoltura sociale, educazione dell’infanzia, bellezza, paesaggio, turismo e benessere.


Seguici su