09 Agosto 2022 | News

Decreto Aiuti bis: le misure per il settore agricolo e della pesca

#normative #agricoltura #carburante #emergenza #istituzioni #prezzi
Condividi

Al centro, emergenza siccità e caro energia, gas e carburanti

Nel Decreto Aiuti bis, approvato in Cdm lo scorso 4 agosto, ci sono misure per rispondere alle criticità del settore dell'agricoltura e della pesca dovute all'emergenza siccità, oltre a una serie di provvedimenti su energia, gas e carburanti.

Ve le proponiamo qui nel dettaglio: 

  • Per affrontare nell'immediato l'emergenza siccità, è stato incrementato di 200 milioni di euro il Fondo di Solidarietà nazionale utile a sostenere le imprese e le cooperative agricole danneggiate che non hanno sottoscritto coperture assicurative a protezione dal rischio siccità. Obiettivo del provvedimento è quello di permettere alle aziende di accedere agli interventi previsti per favorire la ripresa dell'attività economica e produttiva, tutelare gli allevamenti e le coltivazioni permanenti e recuperare le anticipazioni colturali danneggiate e che non produrranno sufficiente raccolto.

Vengono poi approvate misure orizzontali di interesse agricolo e che riguardano in particolare:

  •  lo stanziamento di 194,41 milioni di euro per estendere il credito di imposta per i carburanti per l'esercizio dell'attività agricola e della pesca anche agli acquisti effettuati nel terzo trimestre del 2022, per mitigare gli effetti economici derivanti dal perdurare dell'aumento del prezzo del gasolio e della benzina;
  • un contributo straordinario, sotto forma di credito d'imposta, per l'acquisto di energia elettrica e gas naturale a favore delle imprese che hanno subìto un incremento del costo per kWh superiore al 30% relativo al medesimo periodo dell'anno 2019;
  • il rafforzamento del bonus sociale energia elettrica e gas per il quarto trimestre del 2022.

Per il commento di Cia al Dl Aiuti bis, clicca QUI


Articoli correlati

Seguici su