13 Febbraio 2023 | dal Territorio

"Coltiviamo Benessere", in pista il progetto di Cia Centro Lombardia

#salute #agricoltura #alimentazione
Condividi

Previsti incontri con studenti e convegno dedicati alla salute dal campo alla tavola

Cia-Agricoltori Centro Lombardia, insieme all’Istituto Professionale di Stato per l’Agricoltura e l’Ambiente Engardo Merli di Lodi e UNITRE Lodi, hanno presentato il progetto “Coltiviamo Benessere: la salute dal campo alla tavola” dedicato all’importanza dell’agricoltura nei processi di miglioramento della qualità della vita connessi all’alimentazione.

Il progetto si compone di due momenti distinti ma interconnessi tra loro: prima ci saranno due incontri, il 14 e il 27 febbraio, tra gli imprenditori agricoli e gli studenti dell’Istituto Merli, mentre il 20 marzo si terrà un convegno organizzato assieme a UNITRE Lodi aperto a tutti.

Il confronto tra imprenditori e studenti ha un fine che riguarda il futuro dei ragazzi e anche dell’agricoltura: attraverso il confronto e le esperienze dei professionisti si vuole orientare e formare gli imprenditori agricoli del futuro, potenziandone le scelte, rendendoli consapevoli e competenti di ciò che è necessario per diventare soggetti attivi nel mondo professionale agricolo, al fine di mantenere vivo e in crescita il comparto principale dell’economia nazionale.

Il convegno, organizzato in collaborazione con UNITRE Lodi, vedrà la presenza di esperti del settore agricolo e produttivo, gastronomico, medici e professionisti del benessere psico-fisico, spiegheranno l’importanza dell’agricoltura come punto di partenza fondamentale per un corretto stile di vita.

Cia-Agricoltori Centro Lombardia ha inoltre deciso di donare 5 borse di studio: due agli studenti che avranno ottenuto il punteggio più alto durante gli esami di maturità, e tre ai gruppi che presenteranno dei progetti di ricerca indicati dai professionisti Cia, che riguarderanno sia le tematiche inerenti il loro percorso di studio che l’intervento degli imprenditori agricoli nelle classi.

I progetti che gli studenti dovranno presentare riguardano infatti 3 temi specifici di grande rilevanza per il settore agroalimentare a agroturistico: il primo si intitola “L’utilizzo di farine a basso contenuto di glutine per produzione di dolci e lievitati”, che impegnerà gli studenti nella creazione di prodotti, stimolandone la fantasia e mettendo alla prova le loro competenze nell’utilizzo di queste farine. Il secondo progetto di intitola “Conservazione dei prodotti e utilizzo degli scarti di produzione: ottimizzazione e preparazioni”, dove anche in questo caso viene proposto agli studenti di sviluppare delle preparazioni alimentari ma attraverso gli scarti delle produzioni, studiandone anche una migliore conservazione. Infine un progetto imprenditoriale: “E se aprissi un agriturismo? Progettazione di un agriturismo di ristorazione: la valorizzazione del territorio rurale attraverso l’identificazione di attività che forniscano materie prime e prodotti tipici di alta qualità; la legislazione agrituristica regionale inerente l’apertura e la gestione dell’attività; la comunicazione e la promozione dell’agriturismo e della rete di aziende ad esso connesse”. In questo progetto viene chiesto agli studenti non solo l’aspetto normativo, legislativo e tecnico dell’apertura di un agriturismo, ma soprattutto la capacità di fare rete con le imprese locali per valorizzare il territorio e la filiera corta, senza mai sacrificare la qualità dei prodotti e dell’offerta finale.

INCONTRI CON GLI STUDENTI

14 febbraio

  • Paola Santeramo - Il mondo Cia: chi siamo, le nostre attività, il futuro dell'agricoltura
  • Giuseppe Sorrentino - Le professionalità Cia: l'assistenza tecnica e fiscale, la formazione, la consulenza imprenditoriale
  • Paolo Maccazzola - L'azienda casearia: i processi produttivi, l'evoluzione dell’impresa
  • Cinzia Rocca - Coltivazione in biologico: scelta di grani antichi e miscugli evolutivi

27 febbraio

  • Niccolò Reverdini - L' accoglienza agrituristica e la custodia dei valori territoriali
  • Sandro Passerini - L’evoluzione dell’azienda agricola: produzione, sostenibilità, reti e protezione dell’ambiente
  • Amedeo Cattaneo - Il mais: aspetti produttivi e qualitativi, cosa aspettarsi dal futuro
  • Francesco Ghezzi - L'imprenditoria agricola giovanile: il settore ortofrutticolo

PROGETTI PER BORSE DI STUDIO

  • L’utilizzo di farine a basso contenuto di glutine per produzione di dolci e lievitati

          Referente: Cinzia Rocca

  • E se aprissi un agriturismo? Progettazione di un agriturismo di ristorazione: la valorizzazione del territorio rurale attraverso l’identificazione di attività che forniscano materie prime e prodotti tipici di alta qualità; la legislazione agrituristica regionale inerente l’apertura e la gestione dell’attività; la comunicazione e la promozione dell’agriturismo e della rete di aziende ad esso connesse

          Referente: Niccolò Reverdini

  • Conservazione dei prodotti e utilizzo degli scarti di produzione: ottimizzazione e preparazioni

          Referente: Francesco Ghezzi

IL CONVEGNO

In collaborazione con UNITRE Lodi, Il convegno si terrà la mattina di lunedì 20 marzo, presso il Museo Ettore Archinti di Lodi.

Il rispetto dell’ambiente e la sua tutela, il corretto utilizzo delle risorse e la valorizzazione delle materie prime, la qualità dei prodotti e la loro trasformazione, l’importanza delle imprese locali per il tessuto sociale ed economico, i moderni stili di vita e i nuovi approcci alla cucina, sono alcuni degli argomenti che verranno trattati dai relatori durante l’evento.

Tra i relatori del convegno ci saranno: Sandro Passerini, imprenditore agricolo, Barbara Girardi, chef ed esperta del settore agrituristico, e Giorgio Donegani, professore universitario e divulgatore scientifico, esperto in nutrizione e sicurezza alimentare, della merceologia degli alimenti e dell’alimentazione.

A fine convegno saranno presentati e premiati i progetti degli studenti.


Seguici su