23 Ottobre 2023 | News

Cia per RURAL-YOU: tra i giovani albanesi a incentivare sviluppo rurale

#formazione #agricoltori #agricoltura #cooperazione #giovani
Condividi

Il vicepresidente Bartolini in missione nell’ambito del progetto con Volontari nel mondo RTM

Rafforzare le capacità di advocacy e di rappresentanza degli interessi e, allo stesso tempo, accrescere le conoscenze e le competenze nell’ambito delle politiche e degli strumenti finanziari europei, agricoli e rurali, orientati alla gioventù. Questo l’obiettivo della nuova missione in Albania di Cia-Agricoltori Italiani, insieme a Volontari nel mondo RTM per il progetto RURAL-YOU.

A Tirana per la full immersion di lezioni frontali e interventi istituzionali (dal 10 al 15 ottobre), il vicepresidente di Cia, Matteo Bartolini, che ha incontrato i giovani di “Rural Youth Hub” la piattaforma di attivismo giovanile dell’ANRD, l’Albanian Network for Rural Development. Al centro delle giornate di formazione: concetti e principi dell'advocacy per lo sviluppo rurale, migliori pratiche in ambito Ue e pianificazione locale supportata da casi studio.

Particolarmente importante nel percorso di empowerment, la partecipazione al Parlamento Rurale Albanese per la prima Assemblea Nazionale Giovanile Rurale, occasione per esercitare capacità di esprimersi e incidere nel dibattito con le istituzioni nazionali e locali, i rappresentanti del mondo accademico e della società civile e far arrivare le urgenze dei giovani.

Intervenendo sul presente e il futuro dei giovani nelle zone rurali, il vicepresidente Bartolini ha dichiarato: “ Non ci sarà alcuna ‘vita migliore per le zone rurali’, senza una nuova generazione di agricoltori e comunità rurali che ne prendano le redini. Vi invito a far sentire la vostra voce -ha detto Bartolini- a condividere la vostra esperienza e a prepararvi per essere decisori politici capaci di fare la differenza salto per i giovani delle aree rurali e il ricambio generazionale nel settore agricolo. Vi esorto a portare sul tavolo idee radicali e creative, come generazione di innovatori dirompenti."


Seguici su