05 Febbraio 2024 | dal Territorio

Cia Basilicata: al via la fase di confronto istituzionale su criticità comparto

#agricoltura #crisi #istituzioni #manifestazione
Condividi

Domani l'incontro con Anci, Upi e Lega Autonomie Locali. A seguire conferenza stampa su criticità comparto

La mobilitazione di Cia-Agricoltori Italiani Basilicata, contestualmente al programma di assemblee sui territori iniziato la scorsa settimana e in svolgimento, avvia la fase di confronto istituzionale. Domani martedì 6 (sede Cia Potenza, via dell’Edilizia, ore 17) i componenti della direzione Cia Potenza e Matera incontreranno delegazioni di Anci, Upi e Lega Autonomie Locali Basilicata; a seguire conferenza stampa per presentare ai giornalisti documenti e proposte Cia sulle criticita' che vive il comparto agricolo. Il documento richiama, tra l’altro, i seguenti punti: la revisione della Pac 23/27; interventi per contenere i costi di produzione;  garantire il giusto prezzo alle materie prima agricole;  semplificazione e sburocratizzazione; contrasto della fauna selvatica;  il rapido ristoro per i danni da calamità; servizi irrigui e di bonifica; previdenza agricola e un sistema pensionistico dignitoso.

Le assemblee in corso raccoglieranno le istanze degli agricoltori al fine di predisporre un documento finale unico da utilizzare nel confronto. I cortei di trattori che percorrono le strade regionali, italiane ed europee -sottolinea Cia-  sono il sintomo di un disagio reale. Un disagio che Cia-Agricoltori Italiani ha già portato in piazza, a Roma, il 26 ottobre scorso, sotto lo slogan: “Prezzi alle stelle, agricoltori più poveri. Non siamo il problema, ma la soluzione”, per rivendicare la centralità dell’impresa agricola nell’economia nazionale ed europea e il suo valore per i territori e le comunità. L'obiettivo della nuova fase di mobilitazione di Cia non è solo quello di attenzionare e ribadire le criticità ma rilanciare con mirate proposte che hanno l’obiettivo  di costruire utili e proficue alleanze a partire dalle Istituzioni locali, passando alle altre Organizzazioni datoriali e Sindacali ai Consumatori e quindi la società civile, facendo squadra  per meglio tutelare e difendere funzioni, ruolo e centralità dell'agricoltura nei nostri territori e soprattutto in regioni come la Basilicata.


Seguici su