01 Marzo 2024 | dal Territorio

ASeS-Cia presenta progetto “Trasforma” in Mozambico al Teatro di Mirano

#solidarietà
Condividi

Sostenuto dalla Regione Veneto per promuovere buone pratiche agricole e corretta nutrizione

Teatro Belvedere di Mirano è stato il palcoscenico della conclusione del progetto “Trasforma”, sottolineando il suo ruolo chiave nella promozione dell’agricoltura sostenibile e della nutrizione. Con la guida di ASeS-Agricoltori Solidarietà e Sviluppo, l’Ong di Cia-Agricoltori Italiani, il progetto “Trasforma - Centro di promozione agricola e nutrizionale dell’Ospedale Rurale de Xinavane” ha apportato un contributo significativo allo sviluppo delle attività agricole nella comunità di Xinavane, nella provincia di Maputo in Mozambico.

Coordinato dal rappresentante locale Daniele Gallo e supportato da una solida coalizione di partner italiani come la Regione Veneto, il Comune di Mirano, Donne in Campo Veneto e Cia Venezia, si è focalizzato sull’empowerment delle donne mozambicane e sulla promozione di pratiche agricole innovative.

L’obiettivo principale del progetto è stato trasformare l’Ospedale in un punto di riferimento per la promozione agricola e nutrizionale, coinvolgendo attivamente le beneficiarie e, di conseguenza, anche le loro famiglie e la comunità di riferimento. Il filo conduttore delle diverse attività è stato la promozione di tecniche agricole sostenibili, con un focus sulla produzione di alimenti di alta qualità e sull'efficacia della trasformazione alimentare come motore di sviluppo economico e sociale. Le partecipanti coinvolte sono state più di 50 donne di Xinavane, mentre le strutture sanitarie comprendono l’Ospedale Rurale di Xinavane e l'Unità Sanitaria di Ilha Josina.

Un contributo fondamentale al successo del progetto è stato fornito dai partner locali: Africarte si è dedicato alla formazione dei partecipanti nelle tecniche di Agricoltura Naturale, mentre AJUCOM ha diffuso i contenuti delle attività tramite la Radio Comunitaria di Xinavane. Inoltre, gli attori istituzionali come lo SDSMAS e lo SDAE, del Distretto di Manhiça, hanno contribuito attivamente al raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Proprio i partner locali hanno sottolineato l’apprezzamento e il sostegno del progetto da parte della comunità e delle istituzioni del territorio, rappresentando un ulteriore successo per l’impegno di ASeS-Cia e dei sostenitori italiani.

Presenti all’evento di Mirano molti soci Cia, ma anche semplici cittadini e una nutrita rappresentanza di docenti e studenti dell’Istituto Superiore di Agraria Lorenz di Mirano.

Federica Senno, presidente Cia Venezia, ha dato il via alla giornata, seguita dai saluti istituzionali del sindaco di Mirano, Tiziano Baggio e di Michela Brogliato, presidente di Donne in Campo Veneto. Sono intervenuti Cinzia Pagni, presidente di ASeS-Cia, Daniele Gallo, che ha partecipato tramite video collegamento direttamente dal Mozambico. Anche la Regione Veneto ha espresso il suo sostegno al progetto. Infine Gianmichele Passarini, presidente di Cia Veneto, ha concluso la giornata esprimendo soddisfazione per i risultati ottenuti e per le prospettive future. Angelo Cancellier, direttore Cia Venezia, ha coordinato la mattinata.