29 Giugno 2023 | dal Territorio

Agrivoltaico: Cia Trentino, il punto sul nuovo Decreto con ESCo Agroenergetica

#agroenergie #agricoltori #agricoltura #formazione #normative #sostenibilità
Condividi

L'incontro a Trento, disponibile in differita anche online

“Fotovoltaico sul tetto delle aziende agricole: gli incentivi previsti dal nuovo decreto, opportunità per le aziende e aspetti tecnici” è intorno a questo tema che Cia Trentino, in collaborazione con ESCo  Agroenergetica srl, società di servizi energetici di Cia-Agricoltori Italiani, ha tenuto un incontro online e in presenza a Trento.

Scopo principale, illustrare le novità previste dal Decreto del 19/04/2023 col quale è stato reso noto l’aggiornamento della misura del PNRR Bando Parco Agrisolare 2023, che dovrebbe aprirsi il 01 settembre 2023. La bozza del nuovo Decreto per la realizzazione di impianti fotovoltaici nel settore agricolo e agroindustriale modifica le spese ammissibili e le percentuali di agevolazione.

Hanno presentato agli agricoltori l’opportunità Andrea Cussigh, responsabile settore fiscale Cia Trentino, Massimo Bagnoli, responsabile settore fiscale Cia nazionale e consigliere di ESCo Agroenergetica srl, e Marino Berton di ESCo. Ha partecipato anche Manuel Quattrini, consigliere di ESCo e vicedirettore di Cia Emilia-Romagna, oltre a Paolo Calovi e Massimo Tomasi, rispettivamente presidente e direttore di CitaTrentino.

L’incentivo, erogato sotto forma di contributo a fondo perduto, può arrivare fino all’80% delle spese. I soggetti beneficiari sono imprenditori agricoli, in forma individuale o societaria; imprese agroindustriali con codici Ateco specifici individuati dal Ministero; cooperative agricole, anche sotto forma di consorzio, che esercitano attività agricola. I beneficiari potranno costituirsi anche in forma aggregata, ad esempio, in associazioni temporanee di imprese, raggruppamenti temporanei d’impresa, reti d’impresa, comunità energetiche rinnovabili. Sono esclusi i soggetti esonerati dalla tenuta della contabilità IVA, aventi un volume di affari annuo inferiore a € 7.000.

Recupera il video dell'incontro, clicca QUI


Seguici su