07 Maggio 2024 | Nazionale

Cia partecipa alla 22° Edizione di Cibus

#fiere #agricoltura #agroalimentare #cibo #qualità
Condividi

Insieme a Italia Olivicola, spazio espositivo e tasting con le aziende associate, convegno su Dop e Ipg

Cia-Agricoltori Italiani partecipa alla 22° Edizione di Cibus, il salone internazionale dell'alimentazione alla Fiera di Parma, dal 7 al 10 maggio 2024.

L'organizzazione conferma la sua presenza, al più importante appuntamento B2B dedicato all'agroalimentare, in collettiva con Italia Olivicola, nello spazio istituzionale ed espositivo al Padiglione 07-08 Stand C006. 

GLI APPUNTAMENTI DEL PRESIDENTE FINI - In agenda per il presidente nazionale di Cia, Cristiano Fini, l'evento inaugurale della fiera "Dinamiche competitive internazionali nel settore agroalimentare" martedì 7 maggio, alle 10:30, in Sala Plenaria Padiglione 1 e, alle 13, il talk “Valorizzazione dei prodotti tipici per lo sviluppo dei territori e la tutela della biodiversità” all'Italian Fruit Village, Hall 8 Stand G 018.

IL CONVEGNO - Martedì 7 maggio, alle 14, in Sala Plenaria Padiglione 1, il convegno Cia e Italia Olivicola dal titolo "Dop e Ipg: dall'origine al consumo". L'incontro, vede in apertura il racconto delle esperienze imprenditoriali di Roberta Canino, brand Ambassador Terre del Sole e Roberto Signetti, amministratore Molino Signetti. A seguire, invece, la tavola rotonda con il presidente nazionale di Cia, Cristiano Fini, e di Italia Olivicola, Gennaro Sicolo. Con loro, l'europarlamentare, Paolo De Castro, l'assessore all'Agricoltura della Regione Emilia-Romagna, Alessio Mammi, e Riccardo Deserti della presidenza Internazionale di Origin e direttore Consorzio Parmigiano Reggiano. Modera l'agronomo e giornalista, Alberto Grimelli. Alle conclusioni il presidente nazionale di Cia, Cristiano Fini. Previsto l'intervento del ministro dell'Agricoltura e della Sovranità alimentare, Francesco Lollobrigida

 

Spazio poi al ricco programma di iniziative Cia e Italia Olivicola. Al centro le eccellenze agroalimentari delle aziende associate protagoniste nello spazio espositivo e nell'area tasting "Fragranza perfetta. Un viaggio in Italia, tra pizza, olio e farina" sotto la guida del Maestro Luciano Sorbillo, Ambasciatore della Regione Campania per la Pizza Napoletana nel Mondo.

AREA TASTING - La farina di Molino Signetti e gli oli EVO regionali, ingredienti speciali nel calendario di appuntamenti con il Maestro Sorbillo e la squadra di giovani pizzaioli. Quattro gli eventi: (7 maggio) “LA PIZZA NELL’ANIMA” a cura di Antonio Smimmo, Salvatore Ammirati, Enrico Arena e Antonio Sbreglia. La pizza della tradizione campana contemporanea, a ruota di carro e fritta, con il protagonismo acceso dell’olio del Sannio; (8 maggio) “DA UN CAPO ALL’ALTRO” a cura di Davide Marrocco per la Sicilia e Annalisa Ferruggia con Fabio Patron per il Veneto. Il valore dei confronti con lo sfincione palermitano e il pizza roll gourmet, in un cammino di sapori dalle pendici dell’Etna al Lago di Garda; (9 maggio) “DUVE C’È GUSTO ‘UN C’È PERDENZA” a cura di Filomena Spilotro per la Calabria, e di Leonardo Palermo con Donato Sangermano per la Basilicata. Dalla Lucania alla Calabria più profonda, racconti di pizza con olii in viaggio tra le Colline Materane e la fascia pedemontana. La Carolea calabra trionferà nelle sue molteplici attitudini, esaltando i sentori montani e quelli della costa. Tappa finale del viaggio sarà Foggia, dove le farciture create dai nostri Maestri si arricchiranno dei sottoli della Cooperativa Sociale Altereco; (10 maggio) “UN FRICCICO NER CORE” di Matteo Vari, Lucio De Marchis e Alessandro Terilli. La pizza di Roma tra pala e padellino, in un’immersione sensoriale con olii preziosi tra il Tevere e il Lago di Bolsena. L’aggiunta della farina di riso MAGISA agli impasti renderà ogni trancio ancora più invitante. La pizza in padellino tornerà poi a rivivere le sue origini nord-occidentali, ulteriormente valorizzata dalle verdure ripiene di Albenga in Tavola.

Gli oli EVO regionali saranno presentati durante tutte le giornate, anche in purezza, dall’assaggiatore Valerio Cappio.

 


Seguici su