22 Giugno 2018

Pasta con semola di Saragolla e piselli

Condividi

Primo piatto tipico abruzzese

Ingredienti

300 gr di semola di Saragolla (in alternativa Senatore Cappelli)

Un quarto di litro di acqua (pari ad una tazza da latte)

sale q.b.

300 gr di piselli

olio evo q.b.

cipola q.b.

Preparazione

Preparare la pasta, ovvero i tagliaticci, setacciando la semoladi Saragolla (in foto copertina), disporla a fontana e aggiungere al centro una tazza di acqua e un po’ di sale. Impastare inserendo gradualmente la semola, lavorare un po’ l’impasto e lasciarlo riposare almeno 30’ coprendolo con pellicola trasparente. Riprendere l’impasto e lavorarlo ancora per circa 15’ con il matterello o con macchina per pasta ( spessore 6) fin quando si riesce a fare una sfoglia consistente ma elastica. Comporre delle strisce lunghe ma larghe circa 3,5 cm, si possono anche sovrapporre usando molta semola per evitare che attacchino e tagliarle sottili nell’altro senso (circa 0,50 cm). Sembrano in pratica delle piccole tagliatelle spezzate. Disporle sempre con molta semola per evitare che si attacchino, su un vassoio di cartone.
Preparare i piselli sbucciandoli se sono freschi (altrimenti si possono usare quelli congelati) e metterli in una pentola con un po’ di olio evo, un po’ di cipolla tritata finemente, un po’ di sale e l’acqua fino a coprire i piselli. Lasciare cuocere lentamente. Mettere a cuocere i tagliaticci in acqua bollente e salata e dopo pochi minuti (circa 3’), scolarli lasciando un po’ della loro acqua, rimetterli in padella e lasciare andare dolcemente sul fuoco per insaporire, aggiungendo altro olio evo. 


Seguici su